Cambiano casco le Guardie Svizzere del Papa: di pvc e economico

Vaticano

Anche il Vaticano piano piano di rinnova e lascia indietro piccoli dettagli centenari; la notizia più recente che ci arriva dallo Stato più piccolo al Mondo riguarda la divisa delle guardie personali del Papa. che formano l’esercito più piccolo del Pianeta. Stiamo parlando delle guardie svizzere; che giornalmente prestano servizio a guardia del vaticano e della persona del Papa.  Una piccola rivoluzione dicevamo dopo secoli durante i quali questa divisa è rimansta pressochè invariata.

Nuovo casco

Il cambiamento riguarda il nuovo casco nero d’ordinanza delle Guardie Svizzere; ora non è più in ferro battuto e fatto rigorosamente a mano, ma realizzato con un materiale figlio dei nostri tempi: in PVC;   infissi in pvc Roma
il casco viene oggi realizzato con una stampante 3d. Rispetto al casco storico in ferro questo nuovo modello costa la metà, è molto più leggero e ha inciso lo stemma papale di Giulio II, il pontefice che fondò il corpo delle guardie vaticane. La novità è stata presentata  dal comandante vaticano Cristoph Graf. Pur essendo più economico di quelli tradizionali; un costo circa di 880 euro;  la Guardia Svizzera Pontificia, non volendo gravare sulle finanze della Santa Sede, ha in programma di cercare uno sponsor. Un’altra notizia riguardante il Corpo delle Guardie vaticane è che il contingente del più piccolo esercito del mondo passa da 110 a 135 unità.

Storia della Guardia

La Guardia Svizzera Pontificia, è un corpo militare creato nel 1506 quando 150 soldati svizzeri accorsero in Vaticano per proteggere il Papa Giulio II. Oggi la Guardia è un corpo per certi versi  “frontaliero” composto da 135 guardie, che devono prestare servizio per almeno due anni. Alle guardie svizzere del Papa è stato dedicato un museo, che si trova  a Naters, in Svizzera. Il museo è stato aperto nel comune vallesano dal quale è partito il maggior numero di guardie, ovvero tra il  1825 e il 2004, circa 700 soldati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *