Come scegliere il letto matrimoniale con contenitore

Quando ci si trova a dover scegliere l’arredamento della propria casa, uno degli ambienti che più hanno rilievo è sicuramente la camera da letto. Il letto matrimoniale con contenitore si rivela un’ottima opzione per chi vuole sfruttare al meglio ogni spazio disponibile, magari perché dispone di una metratura ridotta, o perché semplicemente preferisce avere tutto comodamente a portata di mano.

Le soluzioni di questo tipo sono sempre più varie, considerando anche gli spazi sempre più ridotti delle abitazioni moderne: la camera da letto rimane una delle stanze più importanti della casa, e per questo è bene pensare al meglio ad ogni dettaglio, in modo da renderla quanto più possibile vicina alle proprie esigenze.

Un aspetto da non sottovalutare è poi quello dell’armonia con il resto dell’arredamento della casa: chi preferisce uno stile contemporaneo avrà più scelta in merito, ma anche chi volesse virare sul classico troverà sicuramente qualcosa di suo gusto.

Le soluzioni proposte sono molte, e tante sono anche le idee per utilizzare nel migliore dei modi tutti gli spazi che una casa può offrire. Un letto di questo tipo può essere ad esempio l’ideale per biancheria da camera, asciugamani, panni di vario tipo, ma anche per i vestiti.

A seconda del tipo di letto scelto, sarà poi possibile decidere anche la configurazione interna. In alcuni casi è predefinita, in altri, invece, le opzioni sono varie: cassetti, contenitori, cassettoni, oppure una sapiente combinazione di tutti e tre, oltre alla possibilità di lasciare uno spazio vuoto, così da poterlo personalizzare in un secondo momento valutando le necessità che si dovessero presentare, come per il letto King di Santambrogio.

Di solito i letti di questo tipo si dividono in una struttura in legno e in un materasso a molle, anche se i modelli più recenti presentano anche composizioni con materassi in lattice o memory foam, e sistemi d’apertura molto avanzati.

I vantaggi indiscutibili di una struttura letto di questo tipo sono lo spazio risparmiato, che permette di usare armadi e altri mobili di casa per riporre comodamente quello che rimane; ma anche l’ordine, perché grazie alle suddivisioni interne sarà più facile mantenere ordinato tutto quello che viene riposto nella parte sottostante al materasso.

L’apertura di un letto matrimoniale contenitore può essere sostanzialmente di due tipi: laterale/inclinata oppure orizzontale/verticale. A seconda di dove si intende collocare il letto, bisognerà valutare quale sia la soluzione più adatta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *